A CHI SERVE IL RATING PUBBLICO

Il Rating Pubblico è uno strumento utile a:

Pubbliche Amministrazioni, sia locali che nazionali, (Comuni, Regioni, Ministeri, Asl, Scuole, CCIAA, società partecipate, etc.) ,
interessate ad una valutazione indipendente, che tenga conto del punto di vista dei cittadini e degli obblighi normativi, il quale misura il livello di trasparenza e performance, al fine di conoscere dove e come poter migliorare, oltre che soddisfare i bisogni della comunità.

Imprese e associazioni di categoria,
interessate a conoscere, ad esempio, se la PA con cui lavorano gestisce correttamente gli appalti e paga le fatture nei tempi previsti.

Fondi di investimento,
interessati a investire in infrastrutture pubbliche in quei Comuni, o altra PA, con maggiore trasparenza ed efficienza.

Banche e Cassa Depositi e Prestiti,
interessate a conoscere la capacità di rimborso di un Comune o altra PA, oltre che il rischio default.

Governi nazionali,
interessati ad allocare le risorse disponibili non più sulla base di tagli lineari, ma del merito delle PA a fronte di un benchmark, nonchè a migliorare la fiducia dei cittadini.

Organismi internazionali,
interessati alla comparazione del livello di efficienza, trasparenza e anticorruzione dei vari Paesi nel mondo e, al loro interno, tra i rispettivi governi locali (UE, World Bank, etc.).

Organismi di controllo e anticorruzione,
interessati a indicatori che forniscano alert del rischio corruzione di una PA (Anac).

Cittadini,
interessati a informarsi su come e per cosa il proprio Comune spende i soldi pubblici – o Asl o altra PA – sulla base di informazioni qualitative e non della semplice emotività.